I primi anni ’60

In questo periodo c’è qualche tentativo di riportare la Robur in auge, senza successo. La squadra pentascudettata, con Giancarlo Bondi e Mario Mattioli a cui il destino riserverà una splendida carriera, naviga in B ma sta gettando le basi per il ritorno nella massima serie. Intanto, però, Angelo Costa, lasciata la Robur, crea dal nulla una nuova squadra, i Vigili del Fuoco Natale Casadio, portandola in A. Con lui dalla Robur si trasferisce il gruppo dei giocatori più giovani.