Si completa il reparto degli alzatori con l’azzurrino Giacomo Selleri

Si completa il reparto degli alzatori con l’azzurrino Giacomo Selleri

Impegnato nel collegiale con la nazionale Under 20 e campione d’Europa nel 2022 con la selezione Under 18, il 18enne di Merate arriva dalla Gamma Chimica Brugherio con cui ha disputato due campionati di A3

 Dopo averla sfidata, e averle messo paura, nella recente semifinale di Junior League alla guida della Gamma Chimica Brugherio, nella prossima stagione Giacomo Selleri vestirà la maglia di Ravenna. E’ il 18enne di Merate, classe 2005 – compirà i 19 il 30 settembre – il giocatore individuato da Marco Bonitta per completare il reparto dei palleggiatori, affiancando Antonino Russo, suo avversario in Junior League.
“Conoscevo già Antonino avendo partecipato insieme a qualche collegiale con le nazionali giovanili – spiega Selleri – poi è capitato di scambiare qualche parola su Ravenna. So che troverò un ambiente bello e appassionato, e una squadra con tanti giovani: sarà un piacere lavorare e allenarsi con loro”.
Reduce da due annate di A3 con Brugherio, nelle quali ha messo a segno 82 punti, con 39 ace e 25 muri, Selleri vanta già un bel percorso a livello giovanile: nel 2021/22 con il suo team ha vinto la Junior League e con la nazionale Under 18 il titolo europeo di categoria in Georgia.
In questi giorni è in ritiro con la nazionale Under 20 a Camigliatello Silano in preparazione agli Europei in programma dal 26 agosto al 7 settembre in Grecia e Serbia.
“La mia sarà un’estate molto impegnativa ma anche molto stimolante. Con le nazionali mi sono già tolto diverse soddisfazioni, se penso anche al settimo posto ai Mondiali, ora spero di festeggiare un’altra vittoria. Sicuramente arriverò a Ravenna molto carico e motivato, e spero di avere l’oro al collo. Mi attende una stagione determinante per il mio percorso sportivo e umano, visto che sarà la mia prima esperienza lontano dalla Lombardia. Non vedevo l’ora di iniziare questo nuovo capitolo della mia vita: sono consapevole che mi attende un cambiamento molto grande, visto anche il salto di categoria e il livello della A2, ma sono pronto”.