Partita spettacolo al de Andrè. Contro Siena, Ravenna si prende un punto

Partita spettacolo al de Andrè. Contro Siena, Ravenna si prende un punto

Match di altissima intensità al Pala de Andrè. La Consar, due volte sotto e due volta brava a pareggiare, culla il sogno della vittoria con l’8-3 nel tie-break, ma l’Emma Villas trova la forza per cambiare l’esito del match. La squadra di Bonitta sale comunque al terzo posto insieme a Cuneo

Ravenna e Siena non deludono le attese. Al Pala de Andrè va in scena una partita entusiasmante, di alto livello, di altissima intensità e di grandi contenuti agonistici che la Emma Villas fa sua ribaltando nel tie-break la Consar, che si ferma a metà di quello che sarebbe stato un capolavoro. Due volte sotto, due volte brava a pareggiare, la squadra di Bonitta vola 8-3 nel set decisivo ma lì si pianta e gli ospiti, con un Tallone scatenato, autore di 7 degli otto ultimi punti, e di 20 in totale, perfezionano la rimonta vincente, che li porta al secondo posto in solitudine, frantumando i sogni della Consar. Con Bovolenta e Orioli a firmare 38 punti in due e Bartolucci a lasciare un segno con 10 punti, un ace, tre muti e un 75% in attacco, la formazione giallorossa perde il primo tie-break di stagione ma col punto preso aggancia Cuneo in terza posizione.

I sestetti Nessuna variazione nei due sestetti di partenza. Bonitta ripropone la diagonale Mancini-Bovolenta, il duo Mengozzi-Bartolucci al centro e in attacco Benavidez e Orioli, con Goi libero. Graziosi, ex di turno, schiera Nevot in regia, Krauchuk opposto, i centrali Copelli e Trillini e gli schiacciatori Pierotti e Tallone con Bonami libero.

La cronaca della partita Si forza subito al servizio nel primo set (tre errori nei primi quattro servizi) e il cambio palla caratterizza l’avvio fino al 5 pari poi l’Emma Villas piazza un break di 6 punti sfruttando al meglio il turno in battuta di Tallone (5-11). Feri in battuta con un ace aiuta i suoi a risalire la china (15-18). La Comsar resta aggrappata al set e Bovolenta prosegue il suo filotto di punti (5 consecutivi e nove in totale) portando la Consar a -2 (21-23). Siena resiste e chiude con Krauchuk.
Il primo strappo del secondo set, dopo un continuo cambio palla fino al 7 pari, questa volta è della Consar che con due muri e un attacco si porta avanti 10-7. La squadra di Graziosi con i primi due muri della sua partita con Copelli e Tallone riacciuffa la parità a quota 15. Si continua a sbagliare molto al servizio da entrambe le parti e l’equilibrio resta assoluto. Sul 22 pari, la Consar incendia il Pala de Andrè con un altro break di tre punti che la porta a vincere il set.
Equilibrio diffuso anche all’avvio del terzo set, poi due errori in attacco della squadra di Bonitta spingono i toscani avanti (4-6) e Tallone e Krauchuk arrotondano il parziale (5-9). Dopo il time out Orioli e Bartolucci rosicchiano due punti, Bovolenta firma il -1 (13-14), ma l’Emma Villas non cede, e grazie al solito Tallone a Krauchuk porta a +3 (13-16). Gli sforzi della Consar sono coronati dalla nuova parità a quota 17 ma poi un altro break di 6 punti, con tre ace di Krauchuk, mandano Siena sul 2-1.
Il sestetto di Graziosi mette a segno il primo scatto anche nel quarto set (4-6), rintuzzato dalla Consar che poi con un bel muro di Bartolucci passa in vantaggio (9-8). In questo frangente Bonitta si affida a Falardeau e Russo, Bovolenta al servizio porta i suoi a +3 (15-12). Orioli trova il tocco del +4 (17-13) e Bartolucci il poderoso muro del +5 (20-15), che la Consar poi traduce nel 2-2.
Orioli scatenato all’alba del tie-break ed è 2-0 Consar. Siena pareggia subito i conti ma la Consar riparte con un parziale di tre punti. Il muro di Falardeau fa esplodere il Pala de Andrè (7-3), a cui segue l’ace di Bartolucci ed è 8-3. Sembra fatta per la Consar che però non fa i conti con Tallone: è lui a tramutare in oro il finale arrembante degli ospiti mettendo a segno sette degli ultimi otto punti, che danno all’Emma Villas il successo.

Il commento di coach Bonitta “Questo match è stato un antipasto di quello che saranno i playoff, con la consapevolezza che diventerà importante fare una cosa rispetto ad un’altra, sbagliare meno, e gestire adrenalina e nervosismo. Mi fa piacere comunque vedere che la squadra ha lottato fino alla fine. E’ stata una partita molto difficile e di buona qualità, anche se sia noi che loro abbiamo commesso troppi errori, però bisogna riconoscere che Siena ha giocato complessivamente meglio rispetto a noi, anche se sull’8-3 per noi un pensierino alla vittoria l’avevamo fatto”.

Il tabellino

Ravenna-Siena 2-3
(22-25, 25-22, 18-25, 25-19, 12-15)

CONSAR RAVENNA: Mancini 3, Bovolenta 23, Bartolucci 10, Mengozzi 7, Orioli 15, Benavidez 3, Goi (lib.), Russo, Feri 2, Falardeau 3. Ne: Chiella (lib.), Arasomwan, Grottoli, Menichini. All: Bonitta.
EMMA VILLAS SIENA: Nevot 2, Krauchuk 22, Copelli 10, Trillini 4, Pierotti 18, Tallone 20, Bonami (lib), Acuti 2. Ne: Coser (lib.), Milan, Gonzi, Pellegrini, Ivanov, Picuno. All.: Graziosi.
ARBITRI: Turtù di Montegranaro e Toni di Terni.
NOTE: Durata set: 27’, 27’, 29’, 24’, 20’ tot. 127’. Ravenna (5 bv, 16 bs, 10 muri, 12 errori, 44% attacco, 60% ricezione, 28% perf.), Siena (5 bv, 24 bs, 6 muri, 12 errori, 50% attacco, 56% ricezione, 28% perf. Spettatori: 972. Mvp: Bonami.