Consar, attenta ai Lupi

Consar, attenta ai Lupi

Sulle ali dell’entusiasmo per il successo esterno contro Cantù, la formazione ravennate torna al Pala de Andrè per affrontare la Kemas Lamipel Santa Croce che, dopo il ko dell’andata, sta viaggiando allo stesso ritmo di Ravenna. Bonitta: “Partita quasi proibitiva: serve continuità ad alto livello”

Un’altra partita di alto livello accende il Pala de Andrè. Domani alle 18, per la quarta giornata di ritorno del campionato di A2, la Consar riceve la visita della Kemas Lamipel di Santa Croce sull’Arno. Si affrontano due formazioni che, dopo il netto 3-0 ravennate dell’andata, hanno viaggiato più o meno sugli stessi ritmi. Dopo quel match Goi e compagni hanno infilato 9 vittorie e 4 ko mettendo in cascina 25 punti, i Lupi toscani hanno ottenuto 8 vittorie e tre sconfitte, giocando una partita in meno, quella casalinga con Aversa, che sarà recuperata il 31 gennaio, con un bottino di 22 punti. E proprio il rendimento della squadra di Bulleri spinge Bonitta a mettere in guardia i suoi. “Incontreremo una squadra completamente diversa da quella che abbiamo affrontato all’andata: all’epoca era un po’ in difficoltà, con qualche infortunio di troppo. Noi in quell’occasione siamo stati bravi, abbiamo fatto la nostra partita e ci siamo portati a casa i tre punti ma la forza di questo avversario si vede dal fatto che ha battuto Grottazzolina, Cuneo e proprio mercoledì Prata. Aspettiamoci una partita ai limiti del proibitivo”. Dopo il successo contro Cantù, quella di domani è la seconda di tre sfide consecutive della Consar per consolidare il posto nei playoff. Il coach ravennate si aspetta un’importante risposta dai suoi ragazzi. “La continuità sul medio livello l’abbiamo trovata e siamo in grado di esprimerla – analizza – ma dobbiamo acquisire, e la stiamo un po’ cercando, la continuità ad alto livello. In alcune partite, penso alle gare d’andata con Siena e Prata, siamo riusciti ad esprimere il nostro gioco, ma quando abbiamo incontrato avversari forti, che hanno giocato molto bene contro di noi, come Cuneo, siamo andati sotto. Io reputo la partita di domani una gara di alto livello, perché Santa Croce è una squadra forte, con giocatori di ottima qualità. Noi dobbiamo fare quello scatto in avanti e mi aspetto di vederlo fare già in questo match”.

Info utili La partita sarà visibile in diretta gratuita online su Volleyballworld e in differita martedì pomeriggio alle 15 sul canale 78 di TR Sport di tele Romagna. Il botteghino del Pala de Andrè sarà aperto dalle 16.30. A dirigere il match sono stati designati Angelo Santoro di Varese, che diresse questo match, ma come secondo arbitro, anche nella scorsa stagione, e Michele Marconi di Pavia.

Porto Robur Costa sposa la causa dell’Opera di Santa Teresa Per la partita di domani una delegazione dell’Opera di Santa Teresa sarà presente al Pala de Andrè a sancire la collaborazione e amicizia tra le due realtà. Prima del fischio d’inizio avverrà lo scambio delle maglie tra la dirigenza del Porto Robur Costa 2030 e la rappresentanza dell’Opera di Santa Teresa. Un gesto simbolico per sottolineare che anche lo sport può essere veicolo per diffondere messaggi di solidarietà e vicinanza a chi è meno fortunato. E all’entrata del Pala de Andrè,  i tifosi troveranno un banchetto informativo allestito dai volontari della Fondazione per la raccolta fondi destinata alla Casa della Carità, che nel corso di quest’anno raddoppierà la sua capacità ricettiva portandola a 50 alloggi, e che al suo interno accoglierà anche il nuovo dormitorio cittadino.