Ravenna, avanti così. Contro Aversa arriva la terza vittoria nelle ultime quattro gare

Ravenna, avanti così. Contro Aversa arriva la terza vittoria nelle ultime quattro gare

Goi e compagni superano la WOW Green House e agganciano al quarto posto Brescia. Partita sontuosa di Bartolucci e bella prova dell’intera squadra ravennate. Ai campani non bastano i 19 punti di Lyutskanov

Quattro giocatori in doppia cifra, un gigantesco Bartolucci, Mvp con 16 punti, 2 muri e un 64% in attacco, un muro ben piazzato e decisivo (13 punti), una squadra convinta e ispirata: su queste basi si poggia la vittoria della Consar che batte la WOW Green House Aversa per 3-1 e aggancia al quarto posto Brescia. Nel frastuono di un Pala de Andrè trascinante, Goi e compagni ottengono il secondo successo di fila, il terzo nelle ultime quattro partite, arrivando nel migliore dei modi alla sfida di domenica prossima in casa dell’imbattuta capolista Grottazzolina.

I sestetti I due allenatori schierano lo stesso starting six che ha iniziato l’ultima partita. Bonitta schiera Mancini-Bovolenta, Mengozzi-Bartolucci al centro, Orioli e Falardeau in attacco e Goi libero. Passaro rispone don la diagonale Pinelli-Argenta, i centrali Marra-Presta e gli schiacciatori Canuto e Lyutskanov, libero Rossini.

La cronaca della partita Si comincia con un ace di Canuto, sporcato dal nastro, poi la Consar piazza tre punti di fila con Bovolenta subito incisivo. Poi si fanno sentire i centrali di casa per il +3 Ravenna (7-4). Si apre una fase di cambi palla, spezzata da due punti di fila degli ospiti che si riportano sotto (13-12). Il poderoso ace di Lyutskanov, alla fine di gran lunga il più incisivo dei suoi con 19 punti complessivi, vale la parità a quota 19. Dopo il time out di Bonitta, la Consar riparte con rabbia: Orioli e Mancini (muro) riportano Ravenna avanti di due (21-19), un divario che Aversa non riesce più a chiudere. Due punti di fila di Bartolucci danno il 25-21 alla Consar.
Un errore avversario e un preciso attacco di Falardeau propiziano il primo strappo del secondo set (5-3). Un attacco fuori manda Ravenna sul +3 (10-7) e Aversa al time out, che la rianima. Al rientro in campo, mette a segno quattro punti consecutivi, con due errori della Consar, e completa il sorpasso. Molta imprecisione in questo frangente per Ravenna: ne approfitta la formazione campana per il mini allungo (11-13) col solito Lyutskanov. Ci pensa Bovolenta a buttare a terra il pallone della nuova parità a quota 14. Nuovo scatto Aversa (16-18) e Bonitta chiama in campo Benavidez che debutta così con la sua nuova squadra. Un ace di Mancini (il primo di questo match per Ravenna), dopo due punti consecutivi di Bovolenta, vale il nuovo sorpasso (19-18), ma questa volta la WOW Green House non molla e la sua accelerata vale il pareggio.
Fase prolungata di cambi palla all’inizio del terzo set, poi Falardeau, Orioli e Bovolenta (ace) firmano il break Consar (11-8). Bartolucci sfonda al centro ed è +4 (16-12). La compagine di Passaro prova a rimontare, e corona i suoi sforzi con Lyutskanov che trova il mani fuori del 18 pari e con Argenta, ex di giornata, il vantaggio (19-20). Nel finale punto a punto ha la meglio la Consar con uno straordinario muro di Bartolucci, che chiude al secondo set ball.
Quarto set senza storia. La Consar lo inizia col piede premuto sull’acceleratore, Aversa accusa il colpo del set precedente perso in volata. Ravenna si porta sul 6-1 e continua a giocare, non lasciando margini agli avversari. Finisce 3-1 e Ravenna ritrova la vittoria al de Andrè dopo due anni e mezzo, dal 3 febbraio 2021 quando battè la Kioene Padova.

Il commento di coach Bonitta “Avevo chiesto ai ragazzi di giocare bene davanti al nostro pubblico e la vittoria è stata la ciliegina sulla torta. Il successo è arrivato con una bella prestazione contro una squadra che ci ha fatto soffrire, che aggredisce molto e sbaglia poco. Siamo andati un po’ in difficoltà e ci siamo disuniti nel secondo set ma poi siamo ripartiti e avere vinto ai vantaggi il terzo set, dove c’era ansia ma anche molto coraggio nella squadra, ci ha dato ulteriore fiducia e convinzione”.

Il tabellino

Ravenna-Aversa 3-1
(25-21, 22-25, 26-24, 25-16)

CONSAR RAVENNA: Mancini 4, Bovolenta 19, Bartolucci 16, Mengozzi 11, Falardeau 10, Orioli 17, Goi (lib.), Russo, Feri, Benavidez. Ne: Chiella (lib.), Arasomwan, Grottoli, Menichini. All: Bonitta.
WOW GREEN HOUSE AVERSA: Pinelli 1, Argenta 10, Marra 7, Presta 8, Lyutskanov 19, Canuto 12, Rossini (lib.), Biasotto 1, Spagnuolo De Vito, Chiapello 1. Ne: Spignese (lib.), Schioppa, Gatto, Agrusti. All.: Passaro.
ARBITRI: Venturi di La Loggia (TO) e Armandola di Voghera.
NOTE: Durata set: 29’, 22’, 32’, 28’ tot. 121’, Ravenna (3 bv, 17 bs, 13 muri, 10 errori, 50% attacco, 57% ricezione, 23% perf.), Aversa (3 bv, 12 bs, 7 muri, 9 errori, 40% attacco, 52% ricezione, 18% perf.). Spettatori: 1080. Mvp: Bartolucci.