La Consar scopre la matricola Aversa

La Consar scopre la matricola Aversa

Reduce dal successo contro Siena, la formazione ravennate torna al Pala de Andrè domani alle 18 per affrontare la WOW Green House, tornata in A2 dopo 5 anni di assenza. Curiosità per l’eventuale debutto di Benavidez, lo schiacciatore appena arrivato a Ravenna

L’arrivo e il possibile debutto di Benavidez. Il ritorno da ex di Andrea Argenta, che a Ravenna ha disputato la stagione 2018/19. La presenza sugli spalti di numerosi ragazzi del Cas del club e di gruppi di studenti delle scuole cittadine Pascoli, Riccardo Ricci, Garibaldo e San Vincenzo de’ Paoli. E poi due squadre che vedono le zone alte della classifica (sono oggi sesta e settima), hanno lo stesso score (4 vittorie e tre sconfitte) e sono separate da un punto. C’è soprattutto questo nel match della ottava giornata del campionato di A2 Credem Banca tra Consar Ravenna e WOW Green House Aversa, in programma domani al Pala de Andrè alle 18 (diretta streaming su Volleyball World Tv e differita martedì alle 15 sul canale 78 TRSport di Tele Romagna, Giuliano Venturi di la Loggia e Cesare Armandola di Voghera).
Grande curiosità nel vedere all’opera lo schiacciatore argentino, di passaporto portoghese, arrivato ieri in Romagna nell’operazione che ha portato Panciocco all’Abba Pineto.
“Felipe è un giocatore tecnico, che ha le caratteristiche di poter risolvere con diverse soluzioni le situazioni che si presentano, è un buon ricettore – spiega coach Marco Bonitta – ed è anche un atleta piuttosto esperto, avendo già alle spalle un buon percorso. Ci darà sicuramente un grande contributo. Il suo ingaggio è maturato in poco tempo: dal momento che c’è stata un’opportunità per Panciocco di andare da un’altra parte, abbiamo colto l’attimo per fare questa operazione”.
Goi e compagni sono reduci dalla meritata vittoria in trasferta contro l’Emma Villas Siena, in un match in cui hanno fatto vedere le qualità e le potenzialità che possono esprimere. I campani, tornati in A2 quest’estate dopo avere rilevato i diritti di Bergamo, sono reduci da due match casalinghi di fila, terminati entrambi al tie-break, con la sconfitta contro Pineto e il successo con Reggio Emilia.
“Aversa è una squadra coriacea, combattiva, con molta esperienza poiché ci sono molti giocatori che hanno diversi campionati di A2 alle spalle, un libero importante come Rossini. Troviamo una squadra molto esperta, che sarà durissima da affrontare. Spero che sia una partita combattuta perché vuol dire che avremo combattuto anche noi”.
Il riferimento del coach della Consar è a quella continuità di prestazioni che la squadra deve ritrovare dopo le ultime altalenanti partite. “La squadra sta bene, stiamo migliorando costantemente anche la qualità degli allenamenti – assicura Bonitta – e stiamo migliorando le connessioni con i vari reparti, tra l’alzatore con gli attaccanti e il muro con la difesa. Non siamo ancora al massimo e questo lo si vede un po’ delle nostre prestazioni altalenanti. Cerchiamo l’equilibrio per fare in modo che tutte le partite abbiano almeno una storia positiva e un’impronta importante sotto il profilo caratteriale”.

L’evento pre-partita Prima del match, alle 16, nella sala dei Mosaici del Pala de Andrè lo scrittore Remo Borgatti presenterà il suo libro “Le città del volley”, in cui ampio spazio è dedicato a Ravenna, e non poteva essere diversamente visto che è una delle culle della pallavolo italiana. E’ prevista la partecipazione di dirigenti, allenatori, giocatori e giocatrici della leggendaria Olimpia Teodora e del Messaggero Volley.

In campo contro la violenza sulle donne Rispondendo anche all’invito della Presidenza del Consiglio di promuovere il numero gratuito antiviolenza e stalking – il 1522 – la pallavolo italiana ha deciso dunque di unirsi per fare la sua parte in un momento così importante. Il minuto di rumore sostituirà il canonico minuto di silenzio e verrà osservato su tutti i campi di pallavolo di ogni ordine e grado nel weekend di gare di sabato 25 e domenica 26 novembre: obiettivo, naturalmente, partecipare attivamente alla necessaria presa di coscienza contro i perpetrati fatti di cronaca nera tristemente alla ribalta in questi giorni. Prima di iniziare la gara, le due squadre si schiereranno in campo con un baffo rosso sul volto.