Serie C, chiusura col botto. Serie D a due passi dalla salvezza

Serie C, chiusura col botto. Serie D a due passi dalla salvezza

La Consar di Serie C chiude all’ottavo posto con il quarto successo consecutivo. la Consar di serie D a due turni dalla fine è terzultima e con due gare alla portata per centrare la salvezza

 

La Consar Ravenna chiude nel modo migliore il suo campionato di serie C conquistando la quarta vittoria consecutiva e, con essa, l’ottavo posto finale nel girone B. Nell’ultimo turno di campionato, i ragazzi di Marasca sono andati a vincere a Faenza per 3-2 contro una Spem già salva rimontando due set. La Spem, infatti, si era portata sul 2-0 (25-18, 25-23) ma qui sono venuti fuori tutto il carattere e la voglia di vincere della Consar che, trascinata letteralmente dal duo Frascio-Maretti (48 punti in totale), ha prima pareggiato i conti (22-25 e 20-25) e poi vinto il tie-break (13-15), chiudendo con 26 punti in classifica e 9 successi stagionali. E’ importante sottolineare la crescita esponenziale di questo gruppo, impegnato anche nel campionato di categoria nel girone di Bologna, poi vinto con tanto di conquista del titolo provinciale, e nella Junior League, che, dopo aver pagato dazio all’inizio alla mancanza di esperienza e alle difficoltà del campionato, ha saputo trovare quel cambio di passo tecnico e fisico e quello spessore agonistico necessari per tirarsi fuori dalla zona retrocessione, raggiungendo l’obiettivo prefissato alla vigilia.

Il tabellino

Faenza-Ravenna 2-3
(25-18, 25-23, 22-25, 20-25, 13-15)

SPEM FAENZA: Bianchedi 2, Marchetti 18, Alpi 6, Giusti 14, Celli 12, Colasurdo 4, Fabbri (lib.), Olivucci 2, Rota 10, Pal P, Lassi (lib.). Ne: Leoni, Lobietti, Berti. All.: Querzola.
CONSAR RAVENNA:  Caleca 2, Baroni 6, Passalacqua, Grottoli 9, Maretti 27, Frascio 21, Marchini (lib.), Raggi 11, Santomieri 1, Bellettini, Cardia, Pagnani (lib.). All.: Marasca.
ARBITRI: Tramontano, Ghirardini.
NOTE: Faenza (8 bv, 11 bs, 5 muri, 18 errori), Ravenna (11 bv, 17 bs, 11 muri, 20 errori).

In Serie D, si è rivelato, come da pronostico, piuttosto proibitivo il confronto della Consar Ravenna (nella foto sopra) sul parquet della Fulgur Bagnacavallo, seconda forza del girone C e ancora in corsa per la promozione diretta. L’esperienza e il buon valore tecnico di diversi giocatori del roster della Fulgur hanno fatto la differenza contro una Consar, rinforzata per l’occasione da Morigi (Bologna) e Brunelli, nell’ambito del consorzio Romagna in Volley, che solo nel primo set è stata in grado di arginare i padroni di casa che si sono imposti per 3-0 (25-22, 25-15, 25-11). La Consar resta terzultima, e quindi al momento salva, e ora ha ancora due partite, decisamente più abbordabili, contro due avversarie senza più obiettivi, prima della fine del campionato per suggellare la permanenza in categoria: mercoledì 24 aprile a Forlimpopoli contro la Rainbow, settima in classifica, e giovedì 2 maggio (ore 21.15) all’Itis contro il Crevavolley, decimo in classifica. E la salvezza sarebbe la ciliegina sulla torta di una stagione che ha portato questo gruppo a conquistare già il titolo provinciale.