Bunge, positiva gara di allenamento con la Monini Spoleto

Bunge, positiva gara di allenamento con la Monini Spoleto

Positiva gara di allenamento per la Bunge, che al PalaCosta realizza le prime schiacciate e i primi ace nella sfida informale e amichevole con la Monini Spoleto, esperta squadra di Serie A2 costruita per effettuare un campionato di alta classifica. Il punteggio, per onore di cronaca, vede i ravennati battere in rimonta gli umbri in quattro set, ma l’aspetto più importante è rappresentato dal buon livello di condizione dei giocatori, ancora alla ricerca della migliore brillantezza fisica dopo i duri carichi di lavoro della fase di preparazione, e soprattutto dalla crescente intesa tra i reparti, in attesa di inserire a pieno ritmo anche l’ultimo arrivato, l’argentino Poglajen.

Il tecnico Soli schiera il sestetto iniziale con Orduna al palleggio, l’austriaco Buchegger opposto, il francese Marechal e Raffaelli schiacciatori, Vitelli e Diamantini centrali e Goi libero. In panchina si siedono il martello Poglajen, a Ravenna da due giorni, e lo sloveno Jan Klobucar, posto 4 classe ‘92 che si allena nel gruppo in sostituzione dell’infortunato Mazzone. Assente ovviamente giustificato l’opposto cubano Gutierrez, che resterà dall’altra parte dell’Atlantico fino a inizio ottobre per partecipare con la sua nazionale alle qualificazioni mondiali. Dall’altra parte della rete Provvedi manda in campo in regia l’ex Marcegaglia, e ravennate doc, Antonio Corvetta, in diagonale con Giannotti, Bertoli e Galliani di banda, Cubito e Zamagni (anche lui ex) al centro e un ‘vecchio’ della Cmc, Andrea Bari, in seconda linea.

La partita è utile a Soli per testare lo stato di forma un po’ di tutti i suoi giocatori a disposizione, a parte Poglajen, a corto di allenamenti nel gruppo. È Spoleto a vincere il primo periodo ai vantaggi (28-30), mentre la seconda frazione non registra cambiamenti nella formazione titolare, con l’unica eccezione dell’ingresso in corsa del bulgaro Georgiev al posto di Diamantini: la Bunge pareggia il conto in maniera agevole: 25-19. Nel terzo set c’è invece spazio per Marchini e Klobucar, che si alternano tra seconda e prima linea, con Ravenna che mette la freccia, effettuando il sorpasso: 25-17. Nel quarto e ultimo parziale si riposa Vitelli, con Diamantini che torna al centro, mentre Marchini e Klobucar continuano ad alternarsi: è lo sloveno a mettere la parola fine all’allenamento congiunto (25-20). Si disputa infine un tiebreak, con Pistolesi al palleggio e il resto della squadra immutato rispetto al set precedente (10-15 per Spoleto).