Il cuore non basta all’Olimpia Cmc per spuntarla a San Lazzaro

Il cuore non basta all’Olimpia Cmc per spuntarla a San Lazzaro

San Lazzaro-Olimpia Ravenna 3-1
(25-21, 25-23, 24-26, 25-21)
COVEME SAN LAZZARO DI SAVENA: Vece 17, Spada 11, Forni 5, Pinali 14, Focaccia 14, Visintini 15, Galetti (L); Migliori, Lombardi, Casini 1. Ne: Ciccimarra. All.: Casadio.
OLIMPIA CMC RAVENNA: Rossini 20, Neriotti 11, Peretto 4, Babbi 12, Assirelli 12, Lancellotti 1, Panetoni (L); Bandini, D’Aurea, Benazzi 12. Ne: Laghi, Dametto. All.: Breviglieri.
ARBITRI: Tassini e Giglio.
NOTE – San Lazzaro: bs 6, bv 7, errori 12, muri 10; Olimpia Ravenna: bs 8, bv 8, errori 15, muri 10. Durata set: 27’, 32’, 36’, 30’ (tot. 125’).

Non riesce l’impresa all’Olimpia Cmc, che a San Lazzaro di Savena contro la lanciatissima Coveme va sotto di due set, torna in partita vincendo il terzo, ma poi si arrende al quarto dopo essersi trovata a lungo in vantaggio. Non era facile per le ravennati conquistare la sesta vittoria di fila, sia per la forza delle avversarie bolognesi, sia per la pesante defezione di Benazzi, entrata solo nella terza frazione per cause di forza maggiore. Ora la formazione di Breviglieri si trova al quarto posto, a cinque lunghezze dalla capolista Orvieto – e quindi a un turno dal termine dell’andata sfuma la possibilità di raggiungere il primo posto che vale l’accesso alla Final Four di coppa – e a tre dalla coppia formata da San Lazzaro e Conad Sicomputer.

L’Olimpia Cmc scende in campo con Lancellotti in regia, Peretto opposto, Neriotti e Assirelli centrali, Rossini e capitan Babbi schiacciatrici e Panetoni libero. Le padrone di casa della Coveme, allenate da Claudio Casadio, si presentano con la palleggiatrice Forni in diagonale con Visintini, al centro Spada e Focaccia e di banda Vece e Pinali (in seconda linea Galetti). Il primo set è equilibrato, con le due squadre che vanno avanti a stretto contatto fino al 20-20, poi San Lazzaro piazza un break di 4-0 che gli consente di aggiudicarsi la frazione. Nel secondo periodo le bolognesi scappano sull’11-6, ma Peretto e Babbi firmano la rimonta, acciuffando le avversarie sul 12-12. Spada e Pinali effettuano un altro strappo (16-12) e Focaccia aumenta il gap (22-15), ma la reazione delle ravennati passa dalle mani di Lancellotti e Rossini per il 22-20. Annullando tre set ball si arriva sul 24-23, poi però Spada mette a terra la palla del 2-0. Il terzo parziale è il più combattuto, con l’ingresso della pur acciaccata Benazzi al posto di Peretto (quest’ultima è stata vittima di un piccolo mancamento quando si è seduta in panchina: portata in infermeria, la giocatrice si è ripresa ed è rincasata assieme alle compagne). A braccetto fino al 20-20, San Lazzaro scatta sul 22-20 per essere superata sul 22-23 dalle romagnole, che dimezzano lo svantaggio con Rossini al secondo set ball (24-26). La quarta frazione all’inizio sorride all’Olimpia Cmc, avanti 2-6 con Benazzi e 4-10 con Rossini. Visintini riduce il gap (13-15) e Vece pareggia il conto sul 18-18, con le bolognesi che piazzano un break letale di 6-2 e che esultano in modo definitivo alla seconda occasione con Focaccia.