L’Olimpia Cmc cala il poker di vittorie in terra toscana

L’Olimpia Cmc cala il poker di vittorie in terra toscana

San Michele Firenze-Olimpia Cmc Ravenna 1-3
(13-25, 21-25, 25-21, 23-25)
SAN MICHELE FIRENZE: Cheli 14, Sacconi 12, Colzi 2, Ristori 14, Brandini 10, Bridi 1, Venturi (L); Puccinelli 4, Ermini, Bianciardi. Ne: Martini, Romanelli (L), Testi, Rossi. All.: Della Balda.
OLIMPIA CMC RAVENNA: Rossini 18, Neriotti 10, Benazzi 4, Babbi 21, Assirelli 14, Lancellotti 2, Panetoni (L); Peretto 5, Bandini. Ne: Laghi, D’Aurea, Dametto. All.: Breviglieri.
ARBITRI: Proietti e Russo.
NOTE – San Michele: bs 4, bv 4, errori  19, muri 6; Olimpia: bs 15, bv 7, errori 11, muri 12.

Preziosa e convincente successo nella quinta giornata di andata per l’Olimpia Cmc, che a Firenze batte in quattro set un ostico San Michele, tornato in partita in partita nelle ultime due frazioni. Per le ravennati si tratta della quarta vittoria di fila, che le proietta al terzo posto in classifica alle spalle di Teodora e San Lazzaro e alla pari di Montale Rangone, Perugia e Orvieto.

Il San Michele scende in campo con Bridi al palleggio, Colzi (dal terzo set Puccinelli) opposto, Ristori e Cheli schiacciatrici, Sacconi e Brandini centrali (Venturi libero). L’Olimpia dal canto suo si schiera con la diagonale formata da Lancellotti e Benazzi (poi sostituita alla fine della seconda frazione da Peretto), le bande Babbi e Rossini e le centrali Assirelli e Neriotti (Panetoni libero). Il primo periodo è tutto in discesa per la squadra di Breviglieri, che scatta sul 7-12 con Babbi e sull’11-20 con Neriotti, per chiudere in modo agevole 13-25. Anche nel secondo set le ravennati partono bene, distanziando di cinque lunghezze le fiorentine con Assirelli (5-10) e, reagito al tentativo di rimonta delle padrone di casa (10-12), accelerano di nuovo con Babbi: 12-17. Cheli riduce però di un punto il gap (17-18), ma Rossini prima ristabilisce le distanze (17-21) e poi dalla linea di servizio regala la seconda frazione all’Olimpia Cmc (21-25).

Il terzo parziale viaggia sul filo dell’equilibrio fino al 19-19, quando il San Michele piazza un break di 3-0 che si rivela decisivo: 22-19. Qualche decisione arbitrale viene contestata con forza dalle ragazze di Breviglieri, con il coach che riceve anche un cartellino giallo, e le padrone di casa dimezzano lo svantaggio (25-21). Nel quarto set le ravennati sembrano tornare a macinare il bel gioco dei primi due periodi, involandosi sul 6-10 con Neriotti e 10-17 con Assirelli. Un black out generale fa avvicinare il San Michele (14-17), che con Sacconi si riporta a -1: 18-19. La stessa Sacconi pareggia il conto sul 20-20, ma nel finale Babbi mette a terra tre attacchi di fila e nell’ultimo punto del match un paio di spettacolari difese delle giallorosse innervosiscono le fiorentine, che sbagliano l’attacco e regalano il successo all’Olimpia Cmc (23-25).

A livello di squadra si segnalano un buon 58% di positività in ricezione (66% di Rossini) e ben dodici muri, di cui cinque solo di Assirelli, la più concreta anche in fase di attacco (53%). A livello individuale si segnalano anche i tre ace di Rossini e i due di capitan Babbi. Ora tutte le attenzioni si concentrano sul derby di sabato prossimo, con l’Olimpia Cmc che sfiderà nel derby la Conad Sicomputer, prima della classe con tre punti in più di Lancellotti e compagne.