Buon test a Modena per la Bunge: ko al tiebreak contro i tricolori

Buon test a Modena per la Bunge: ko al tiebreak contro i tricolori

Modena-Ravenna 3-2
(22-25, 25-23, 17-25, 25-21, 15-11)
MODENA VOLLEY: Massari 7, Ferrari 5, Onwelo 21, Petric 13, Marra 2, Orduna 1, Donadio (L); Ngapeth 13, Cook 11, Salsi, Pinali. Ne: Zanettin. All.: Piazza.
BUNGE RAVENNA: Spirito 2, Grozdanov 11, Kaminski 6, Torres 14, Lyneel 8, Bossi 11, Goi (L); Raffaelli 8, Ricci 3, Leoni 1, Calarco, Marchini (L). All.: Soli.
NOTE: bs 25, bv 4, errori 17, muri 8; bs 19, bv 6, errori 8, muri 14. Durata set: 21’, 26’, 19’, 21’, 13’.

Buon test a Modena per la rinnovata Bunge di coach Soli, che al suo primo impegno stagionale gioca a lungo alla pari con i campioni d’Italia gialloblù, perdendo al tiebreak dopo essere stata in vantaggio 1-0 e 2-1. Brilla a muro la formazione ravennate, con Bossi che ne realizza 5 e Grozdanov 4, mentre a livello di punti il top scorer è Torres, con 14 punti (miglior realizzatore Onwelo con 21).

La Bunge parte con la diagonale formata dal palleggiatore Spirito e dall’opposto Torres, gli schiacciatori sono Grozdanov e Lyneel, al centro si alterna il tandem Kaminski-Bossi, libero Goi. In seguito poi entrano anche Ricci e Raffaelli. Tante assenze nelle fila dei padroni di casa, che dal terzo set in poi gettano nella mischia Ngapeth e Cook. Molto bene la Bunge nella prima frazione, subito avanti 12-16 e poi, dopo aver resistito al ritorno degli emiliani, chiude 22-25. Il periodo più equilibrato è il secondo, con Modena che la spunta 25-23, mentre nel terzo si registra il dominio ravennate (17-25). Nel quarto i gialloblù scappano e non riesce il tentativo di rimonta di Torres e compagni, mentre al tiebreak c’è equilibrio fino al 12-10, infine chiudono i tricolori 15-11.

“A tratti siamo riusciti a fare abbastanza bene le cose su cui lavoriamo in settimana in allenamento – spiega il coach Fabio Soli – ma ovviamente c’è ancora da migliorare tantissimo. Modena non era al completo e potevamo anche vincere, bisogna però essere più aggressivi nei momenti decisivi. E’ questo l’aspetto dove dobbiamo crescere di più. Abbiamo tempo di fronte a noi e sono fiducioso per il futuro. Spero di vedere dei progressi fin dalla prossima amichevole di mercoledì contro Perugia”.