Presentato il camp. L’entusiasmo dei campioni Torres e Dominico

Presentato il camp. L’entusiasmo dei campioni Torres e Dominico

Aria internazionale nei camp riservati a ragazze e ragazzi organizzati a Marina di Ravenna da Master Olimpia Garavini (per le femmine ai bagni White Beach e Kia Orana) e da Porto Robur Costa (per i maschi al Bagno Obelix). Il programma di allenamenti, giochi, relax e divertimenti di ogni tipo sarà integrato da due testimonial di eccezione, che parteciperanno alle attività dei gruppi. Si tratta dei campioni cubani Regla Torres – tre volte campionessa olimpica, eletta dalla Fivb miglior giocatrice del XX secolo – e Odelvis Dominico, a lungo capitano della nazionale maschile.

I due, arrivati a Ravenna mercoledì scorso, sono stati presentati oggi pomeriggio nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta al Lounge Bar & Restaurant “Grand’Italia”, ricevendo il benvenuto di dirigenti e sostenitori di Master Olimpia Garavini e Porto Robur Costa, e si tratteranno in terra di Romagna per circa un mese. Presente anche Stefano Margutti del Porto Robur Costa, che ha sottolineato come “la spiaggia sia sempre stata d’estate un punto di aggregazione per consolidare le amicizie dell’inverno. Noi abbiamo la fortuna di avere un bellissimo litorale ed siamo molto contenti che Regla e Dominico ci possano fornire il loro prezioso contributo e il loro entusiasmo”. La presidente del Master Olimpia, Alfa Garavini, ha aggiunto che “questi due campioni non sono solo due atleti di grandi valore, ma rappresentano un qualcosa di più ampio. E’ fondamentale che i nostri ragazzi riescano ad avere un contatto con due personaggi di cui non sempre si può avere la disponibilità”.

Regla e Odelvys, oggi selezionatori e dirigenti, partecipano ai camp in ossequio ai buoni rapporti esistenti fra la Federazione cubana pallavolo e Master Olimpia Garavini, nati con l’inserimento del dirigente ravennate Roberto Fusaroli (unico non cubano) nello staff tecnico della nazionale caraibica, che di recente ha fatto scalpore vincendo, in Messico, la Coppa Panamericana maschile e ottenendo in Canada la qualificazione olimpica, impiegando una generazione di atleti poco più che diciottenni. “Io ho iniziato a giocare a otto anni – racconta la Torrese per me la pallavolo è sempre stata una grande passione. Prendevo esempio dalle mie compagne più grandi ed esperte e non mi sono mai posta dei limiti. Non mi sono mai detta ‘non posso’ e ho sempre cercato di fare quello che volevo”. “Per raggiungere questi risultati – chiude Dominicobisogna lavorare tantissimo, allenandosi per ore e ore e facendo dei sacrifici. A Cuba abbiamo una grande scuola per far crescere i nostri bambini e io sono felice di portare anche in Italia la mia esperienza”.

SCHEDE BIOGRAFICHE
Entrata a far parte della nazionale maggiore all’età di 14 anni, Regla Torres Herrera (Santa Clara, Cuba, 12 febbraio 1975) a 17 vince la prima delle tre medaglie oro olimpiche con la nazionale femminile cubana ed è ancora oggi la giocatrice più giovane della storia ad aver vinto un oro ai Giochi. Ha trionfato con la sua squadra alle Olimpiadi di Barcellona 1992, Atlanta 1996 e Sydney 2000. Ha vinto inoltre due campionati mondiali (1994 e 1998), una Grand Champions Cup (nel 1993), tre Coppe del Mondo (1989, 1991 e 1995) e due World Grand Prix (1993 e 2000). Nel 2002 dopo i mondiali in Germania, a soli 27 anni, termina la sua carriera agonistica, con oltre 500 presenze in maglia caraibica. Dal 2002 al 2012 è allenatrice della nazionale senior di pallavolo femminile, con la quale ha maturato oltre 250 presenze in panchina raccogliendo numerosi trofei internazionali. Dal 2013 al 2016 è vice presidente del Comitato olimpico cubano, al fianco di altri nomi di prestigio come Alberto Juantorena e Xavier Sotomayor. Al momento ricopre l’incarico di selezionatore dei settori giovanili nazionali, unitamente a quello di ambasciatrice dello sport per la Fivb. Nel 2001 è stata nominata miglior giocatrice del XX secolo dalla Fivb e inserita nella Volleyball Hall of Fame.

Odelvis Dominico Speek (Cuba, 6 maggio 1977) entra a far parte della nazionale maggiore all’età di 23 anni, nel ruolo di centrale, andando a formare con Pavel Pimienta una coppia storica del volley caraibico. Nel 2003 conquista il suo primo titolo, l’argento ai giochi panamericani con il premio miglior centrale. Nel 2005 prende i gradi di capitano della nazionale che abbandonerà solo alla vigilia del mondiale di Roma del 2010, per lasciare spazio e gradi al giovane Robertlandy Simon. Una carriera ricca di premi e riconoscimenti personali, che lo pongono tra i venti migliori centrali nella storia della pallavolo moderna. Con oltre 300 partite in maglia cubana è uno dei giocatori più longevi. Termina la carriera di atleta nel 2012 nel campionato russo. Ha partecipato a due Olimpiadi, vinto due Giochi Panamericani, una Coppa del Mondo e una World League. In quest’ultima manifestazione ha conquistato anche una medaglia d’argento e una di bronzo. Dal 2013 è selezionatore delle categorie giovanili maschili e allenatore della nazionale under 17 con cui ha conquistato la qualificazione alle Olimpiadi di categoria del prossimo anno.