La CMC spaventa Modena ma non fa punti

La CMC spaventa Modena ma non fa punti

In una gara dal pronostico chiuso, la CMC sfodera finalmente una buona prestazione, lasciandosi alle spalle le opache performance delle ultime gare e lotta per buona parte di gara alla pari con l’ambiziosa DHL. Ancora una volta però contro una grande squadra non si riescono a strappare punti, peccato soprattutto per il secondo set, perso 30-28 che avrebbe portato avanti 2-0 i romagnoli e consegnato almeno un punto per la classifica, necessario per tenere in vita le speranze di qualificazione per i quarti di Coppa Italia, invece svanite. Buona la prova corale a muro della CMC (12pt) e positivo l’atteggiamento messo in campo per tutta la gara. Modena ha vinto con merito grazie ai suoi campioni: fondamentale l’apporto di Ngapeth entrato dalla panchina e subito decisivo.

1° set. I padroni di casa entrano in campo con Bruninho in cabina di regia e Vettori opposto, Piano e Lucas centrali, Petric e Nikic schiacciatori con Rossini libero. Gli ospiti rispondono con Cavanna in palleggio e Torres sulla sua diagonale, Van Garderen e Koumentakis in posto quattro, Polo e Mengozzi centrali, Bari e Goi a ricoprire il ruolo di libero. La CMC parte con il piglio giusto, Van Garderen fa due su due in attacco e un muro di Mengozzi su Petric sigla il 2-5. Torres mura Vettori e Lorenzetti ferma il gioco sul 5-9. Un buon turno in battuta di Koumentakis permette alla CMC di allungare ancora e raggiungere il time out tecnico sul punteggio di 6-12. Cavanna orchestra bene i suoi che a turno rispondono in modo positivo e la panchina di Modena è costretta a fermare ancora il gioco sul 10-16. La DHL si rifà sotto e Kantor sul 14-18 vuole parlare coi suoi, ma un buon turno in battuta di Bruno e una pestata di Van Garderen su pipe propiziano il 17-18. Goi difende due bombe e la CMC torna a macinare gioco, ma Torres si fa murare e Modena è di nuovo a -1. Mengozzi a muro firma prima il 21-23 su Vettori e poi il 21-24 su Lucas, Petric annulla il primo set ball, ma Koumentakis mette a terra il secondo fissando il punteggio 22-25.

2° set. Sestetti invariati da entrambe le parti. Torres fa due ace consecutivi su Rossini e Mengozzi mette a terra la palla del 5-7 e Lorenzetti ferma subito il gioco. Prima Cavanna e poi Polo murano la DHL ma il PalaPanini sente che la squadra ha bisogno di sostegno e si infiamma, e con un break Modena passa a condurre 10-9. Entra Della Lunga per Koumentakis e al termine di un’azione spettacolare Torres salta tra il pubblico nel tentativo di salvare una palla, fortunatamente senza conseguenze. I padroni di casa accelerano e Kantor ferma il gioco sul 15-12, subito dopo un rimpallo a muro mette ko Mengozzi, al suo posto entra Ricci. Della Lunga fa due su due in attacco e Torres ferma muro a uno Petric, la CMC torna a -1 e Lorenzetti chiama time out. Sul 19-19 esce Petric e entra Ngapeth, anche capitan Mengozzi torna in campo e Polo fa due ace consecutivi che valgono il 19-21. Torres schianta in parallela la palla del 20-22 ma poi commette due errori e il set torna in parità. Sul 22-23 entrano Boswinkel per Cavanna e Bossi per Piano, ma è Vettori a mettere a terra il 23-23, Della Lunga spara out una palla difficile ma Modena invade ed è ancora pari sul 24. Bossi porta avanti i suoi ma Van Garderen in pipe annulla il set ball. Ngapeth ne conquista un altro ma poi spreca, Della Lunga batte bene e in contrattacco Torres riporta avanti la CMC ma Ngapeth non ci sta e sigla il 27-27. Vettori fa ace e subito dopo sbaglia, ma la chiude Ngapeth con un attacco e un ace 30-28.

3° set. La CMC riparte con Della Lunga confermato per Koumentakis, mentre tra le fila della DHL resta in campo Ngapeth al posto di Petric. Torres mette subito a segno due muri, uno su Vettori e uno su Ngapeth ma Lucas fa ace e ristabilisce l’equilibrio. Al time out tecnico Modena è avanti 12-9, la partita si incendia e la panchina romagnola si becca un rosso, il nervosismo fa scappare i padroni di casa 16-11. Sul 18-12 Kantor prova a invertire la rotta inserendo Perini e Boswinkel per Torres e Cavanna, e in centro Ricci per Polo. Sul 22-16 rientra la diagonale titolare, Ricci mura la pipe di Petric ma il divario è troppo grande e la DHL si porta avanti nel conto dei set 2-1 chiudendo il parziale 25-21.

4° set. Sestetto invariato per Modena, i romagnoli invece confermano Ricci per Polo. Il primo squillo è di Ngapeth che mette a terra due ace di fila, Piano ferma Mengozzi e Lorenzetti inserisce Petric per Nikic. Un buon turno al servizio di Vettori fa scappare i suoi 9-5 e Kantor chiama time out. Modena è lanciata ma la CMC non ci sta e si rifà sotto 14-12 con Van Garderen che cancella Ngapeth muro a uno. Prima Van Garderen spara out una pipe e poi Della Lunga si fa murare da Bruno e Modena, trascinata da un buon Vettori, scappa 22-18. Chiude un errore di Torres in attacco che vale il 25-19 e il 3-1 per la DHL.

Abbiamo approcciato bene la gara – commenta coach Kantore siamo riusciti a tenere mentalmente e tatticamente per tutta la durata della gara, obbligando Modena a giocare la sua pallavolo migliore per vincere. Peccato per quel secondo set, un punto credo che lo avremmo meritato, ma ora pensiamo alla gara contro Milano, che andrà affrontata con la stessa attenzione e aggressività viste oggi qui al PalaPanini”. Gli fa eco Maxi Cavanna: “Questa è la squadra che voglio, che vuole il mister e per cui ci alleniamo tanto, abbiamo giocato bene e costretto loro a dare il meglio per far risultato, non abbiamo mai mollato nemmeno negli ultimi punti, e questa è la strada giusta. Con Milano dovremmo entrare in campo per vincere, esattamente proprio come oggi”.

DHL MODENA – CMC ROMAGNA 3 – 1 (22-25; 30-28; 25-21; 25-19)

DHL Modena: Mossa De Rezende 2, Petric 7, Rossini (L), Ngapeth 14, Nikic 9, Piano 6, Bossi 1, Saatkamp 13, Vettori 20. N.e: Donadio (L), Casadei, Sartoretti, Soli, Sighinolfi. All. Lorenzetti.

CMC Romagna: Mengozzi 8, Ricci 3, Cavanna 2, Della Lunga 7, Van Garderen 17, Polo 4, Koumentakis 1, Goi (L), Torres 23, Boswinkel, Bari (L), Perini. N.e: Zappoli. All. Kantor.