La CMC lotta ma si arrende sempre sul finale di set, Verona vince 3-0

La CMC lotta ma si arrende sempre sul finale di set, Verona vince 3-0

Si è tornati al Pala Credito di Forlì dopo la parentesi vincente del Pala De Andrè di Ravenna e purtroppo il risultato è stato ancora una volta lo stesso. Tra le mura amiche forlivesi infatti la CMC è ancora alla ricerca della prima gioia stagionale. Oggi, contro l’ennesima big del campionato non c’è stato niente da fare: pur lottando per tutta la durata della gara, i romagnoli non sono riusciti ad allungarla, perdendo tutti tre i set sul filo di lana. Prima della partita il Direttore Generale della CMC Giuseppe Cormio ha consegnato una maglia personalizzata a Cristian Monti, ospite in panchina nella gara odierna e ex atleta della CMC. Al momento del saluto i ragazzi di casa hanno esposto lo striscione per celebrare la “Giornata Nazionale dello Sport e della Prevenzione” avviata grazie all’accordo di collaborazione tra la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Ministero della Salute, e il CONI. Un minuto di silenzio invece è stato dedicato al giovane giocatore della Pallavolo Conselice Gianluca Ciuffoli, tragicamente scomparso in settimana in un incidente stradale, motivo per il quale i ragazzi della CMC hanno giocato con il lutto al braccio.

1° set. Verona inizia con Baranowicz in regia e Starovic sulla sua diagonale, Sander e Kovacevic in posto 4, Zingel e Anzani centrali con Pesaresi libero. La CMC risponde con Cavanna in palleggio e Torres Opposto, Koumentakis e Van Garderen schiacciatori, Mengozzi e Polo centrali con i due liberi Goi e Bari. La CMC parte con il piglio giusto e grazie a un gioco corale si porta avanti 12-8 al time out tecnico. Torres dimostra di essere in partita, così come Cavanna che giostra bene i suoi. La Calzedonia però non ci sta e si riavvicina 16-13, Kantor chiama time out e butta nella mischia Ricci per Cavanna in prima linea e Perini per Mengozzi per la battuta, ma senza effetto. Polo mette a terra il 19-15 dopo un’azione lunga e combattuta, e subito dopo sigla il 20-15 stampando a muro Starovic. Sander prima e Anzani poi murano Torres e Verona si rifà sotto, Van Garderen e ancora Torres si fanno murare e il set torna in parità 20-20. In casa CMC improvvisamente si è spenta la luce, Van Garderen viene sostuito da Della Lunga, ma Sander mette a terra il 21-24. Torres annulla in attacco il primo set ball, l’arbitro Cesare fischia un doppio a Baranowicz e Torres fa l’ace che vale il 24-24, poi sbaglia. Decisivo l’errore in attacco di Koumentakis che consegna il set agli ospiti 25-27.

2° set. La Calzedonia riparte con gli stessi effettivi, tra le fila dei padroni di casa è confermato Della Lunga in campo per uno spento Van Garderen. Il primo break lo fa Verona che con un attacco positivo di Sander si porta a +3, 8-11. Baranovicz sfrutta di più i suoi centrali rispetto al primo set, e sia Anzani che Zingel rispondono presente. Sul 10-15 Kantor prova a cambiare diagonale buttando nella mischia Perini e Boswinkel, i due si mettono subito in luce in difesa il primo e in attacco il secondo, riportando sotto i romagnoli 13-15. Un cartellino rosso a Baranovicz vale il 16-17 e Boswinkel pareggia i conti a quota 17-17. Sul 20-20 l’equilibrio lo rompe Polo in battuta su Kovacevic, prima con un ace e poi favorendo la rigiocata punto di Koumentakis, ma il set non trova padroni e dal 22-20 si torna in parità 22-22 con Starovic e un attacco out di Della Lunga. L’opposto serbo dai 9 m. manda in tilt la ricezione romagnola e portando i suoi 22-24. Chiude Sander fissando il punteggio sul 23-25, che vale lo 0-2 nei conto dei set.

3° set. Kantor lascia in campo Boswinkel per Torres e inserisce Ricci per Mengozzi, confermando Della Lunga per Van Garderen. I romagnoli pur rimescolati macinano gioco ma la Calzedonia sembra avere un altro passo, e si portano avanti 9-12. Della Lunga riporta in parità i suoi, grazie a un ace e a un servizio ficcante che propizia il tap in di Cavanna. Due murate di fila su Koumentakis però costringono Kantor a fermare il gioco sul 12-15. I romagnoli non si scoraggiano e si riavvicinano, e il set prosegue punto a punto. Bellei sigla l’ace del 22-23 ma Torres impatta, Kovacevic fa invasione ma poi annulla il set ball mettendo a terra la palla del 24-24. Koumetakis si fa murare ma Boswinkel allunga la gara, lo stesso olandese fa invasione ma Della Lunga fa 26-26. Sander porta avanti i suoi 27-28 e una murata su Ricci non rigiocata da Koumentakis vale lo 0-3 ospite.

Amaro il commento di Kantor: “Non siamo riusciti a incidere nei momenti decisivi dei set, mi aspettavo qualcosa di più dal nostro muro invece non è andata come speravo. Abbiamo cambiato tanto, ma senza grandi risultati”.

Positivo invece il coach ospite Giani: “Siamo soddisfatti del risultato, un 3-0 non è mai facile da ottenere in questa Superlega dove devi giocartela con chiunque e nessuna partita è scontata. Quel che conta è il finale dei set, e oggi in quei momenti siamo stati bravi”.

Prossimo appuntamento già dopo domani: per l’Immacolata la CMC farà visita a Modena, vincente oggi contro la Sir Safety Perugia 3-1.

CMC ROMAGNA – CALZEDONIA VERONA 0 – 3 (25-27; 23-25; 27-29)

Cmc Romagna: Mengozzi 2, Ricci 2, Cavanna 2, Della Lunga 11, Van Garderen 4, Polo 7, Koumentakis 11, Goi (L), Torres 9, Boswinkel 6, Bari (L), Perini. N.e: Zappoli All. Kantor

Calzedonia Verona: Zingel 9, Kovacevic 13, Pesaresi (L), Spirito, Lecat, Frigo (L), Baranowicz, Starovic 11, Bellei 1, Sander 14, Anzani 11, N.e: Gitto, Bucko. All. Giani