La CMC ci prova ma la Diatec espugna il PalaCredito in tre set

La CMC ci prova ma la Diatec espugna il PalaCredito in tre set

Al Pala Credito di Romagna di Forlì è andata in scena la quinta giornata di Superlega che ha visto opporsi ai padroni di casa della CMC Romagna i campioni d’Italia della Diatec Trentino. Terza gara casalinga e terza big: dopo la Lube e la Sir, il risultato non è cambiato contro Trento, uscito vincitore in tre set. Prima della partita è stato osservato un minuto di silenzio in memoria delle vittime degli attentati terroristici accaduti a Parigi nella notte di venerdì 13. Tra i padroni di casa erano indisponibili Fabio Ricci e Andrea Bari, ex della partita, che a causa di un problema muscolare alla gamba desta insorto durante il match contro Perugia, non ha potuto essere della partita. Dal canto loro, gli ospiti erano ancora privi dello schiacciatore sloveno Tine Urnaut, fermo ai box.

1° set. I padroni di casa partono con Cavanna in regia e Torres opposto, Mengozzi e Polo centrali, Koumentakis e Van Garderen a schiacciare in banda e Goi libero. Gli ospiti rispondono con Giannelli palleggiatore, Djuric opposto, Lanza e Antonov in posto 4, Solè e Van De Voorde in centro e Colaci libero. Si parte punto a punto, ma il primo allungo è di Trento che trova nella battuta di Lanza e Djuric un’arma pericolosa. Kantor ferma il gioco sul punteggio di 8-11. La Cmc regge il ritmo imposto dai trentini ma non riesce mai a impattare. Alla seconda murata su Djuric, Stoytchev vuole parlarci su e chiama time out sul 13-16. Sul 17-22 entrano Della Lunga per la battuta e Boswinkel per alzare il muro, la Cmc riesce a orchestrare una lunga azione pur senza palleggiatore in campo, con Polo che se la cava egregiamente nei panni di regista e, prima Koumentakis e poi Torres, mettono palla a terra che valgono il 19-22. L’ex Della Lunga batte ancora bene e i romagnoli si fanno ancora più vicini, ma non basta, chiude Solè 22-25.

2° set. Sestetti invariati per entrambe le squadre, la Cmc parte forte con Polo che mura Djuric e Cavanna che fa ace su Colaci, portandosi sul 3-0, ma ci pensa Lanza a ricucire parzialmente lo strappo dai 9m. Van Garderen mette a segno una diagonale strettissima e tiene avanti i suoi 8-6, ma è ancora Lanza a trascinare gli ospiti firmando l’8-8. Kantor mescola le carte e manda in campo la seconda diagonale Perini-Boswinkel per Cavanna-Torres, ma Antonov fa ace e Trento allunga 8-11. Sul 9-14 tornano in campo i due titolari della Cmc ma l’inerzia del set è ormai a favore di Trento, che dopo un attimo di smarrimento all’inizio del parziale, sembra esser tornata sui soliti alti livelli e mantiene il vantaggio a +4. Chiude Van De Voorde con un mani out su Polo firmando 19-25.

3° set. Le due compagini rientrano in campo con gli stessi effettivi e la CMC ci riprova e, trascinata da un ottimo Van Garderen, tiene il passo degli ospiti. La partita si accende a l’arbitro Santi da un giallo per parte per quietare gli animi, quando il set è ancora in equilibrio. Un ace fortunoso di Antonov fa il break che porta le squadre al time out tecnico 10-12. Entra Zappoli per Koumentakis ma la Diatec fa un altro break e si porta sul +4. Il brasiliano neo entrato mette subito a referto un bel punto dopo un recupero magistrale di Goi, e sul 14-16 Stoytchev ferma il gioco. La Cmc è vicina ma non impatta più, Trento la tiene in vita sbagliando diversi servizi di fila, ma Djuric firma i due punti finali e la partita finisce 3-0.

Qualche rammarico per Kantor: “E’ stato un peccato perché abbiamo giocato una buona pallavolo ma loro non ci hanno regalato niente. Contro una squadra così solida si fa fatica ad allungare la gara: anche nel momento in cui reggi il ritmo dei loro cambio palla, un break ogni tanto te lo fanno e tu non li prendi più. Ci è mancato il servizio che poteva essere più incisivo, e anche il muro poteva tenere in maniera passiva qualche palla in più utile alla rigiocata. Faccio però i complimenti a Ricky Goi, non era facile trovarsi a ricoprire le due fasi di gioco per la prima volta contro una corazzata come Trento, è stato bravo”.

Prossimo impegno domenica 22 a Piacenza in cui i ragazzi della CMC cercheranno di dare battaglia alla LPR con l’obiettivo di fare punti utili per la classifica.

CMC ROMAGNA – DIATEC TRENTINO 0 – 3 (22-25; 19-25; 21-25)

Cmc Romagna: Mengozzi 2, Cavanna 2, Zappoli 1, Della Lunga, Van Garderen 15, Polo 3, Koumentakis 4, Goi (L), Torres 19, Boswinkel, Perini. N.e. Bari (L), Ortali. All. Kantor

Diatec Trentino: Antonov 9, De Angelis (L), Giannelli 2, Lanza 16, Solè 10, Djuric 13, Colaci (L), Van De Voorde 5, N.e: Nelli, Mazzone T., Bratoev, Mazzone D. All. Stoytchev