Nella battaglia di Belgrado la CMC cede al quinto set

Nella battaglia di Belgrado la CMC cede al quinto set

STELLA ROSSA-CMC 3-2 (25-18, 25-23, 22-25, 17-25, 17-15)

Ravenna impatta male il match ma riesce a recuperare da 0-2 e dispone poi di due match-ball, sul secondo dei quali c’è contestazione per la decisione arbitrale. Vincendo 3-0 o 3-1 il ritorno di mercoledì 11 a Forlì la squadra di Kantor accederà alle semifinali. Molto bene Ricci, bravo anche Cebulj.

La Cmc cede di misura (2-3) la gara di andata dei quarti di finale di Challenge Cup sul campo dei serbi della Crvena Zvezda Belgrado ma resta pienamente in corsa per l’accesso alle semifinali.

Per centrare l’obiettivo Ravenna dovrà vincere 3-0 o 3-1 mercoledì prossimo a Forlì oppure imporsi 3-2 ed aggiudicarsi poi il set supplementare. Nella squadra di Kantor va registrata una grandissima prova del giovane Ricci, ma anche lo sloveno Cebulj ha fatto la sua parte. Male, invece, i due opposti.

Cronaca

L’avvio della Cmc è in salita, anche se il fattore ambientale non rappresenta un grosso ostacolo e conferma che a Belgrado, nell’ambito della polisportiva Crvena Zvezda, il volley arriva nettamente dopo il calcio ed anche il basket. Ravenna, comunque, non ingrana la marcia giusta e vede i padroni di casa scappare subito avanti. Kantor prova a cambiare le carte in tavola e la Cmc riesce faticosamente a tornare a contatto (18-16), ma nel finale i romagnoli subiscono un break di 7-2 che chiude i conti.

Ravenna cerca il riscatto nel secondo set e riesce a restare a contatto dei padroni di casa, agganciandoli sul 23-23 ma alla fine il break vincente in un finale concitato è ancora dei serbi.

Nel terzo set Kantor propone ancora la diagonale McKibbin-Jeliazkov ma è sempre da Cebulj e dal giovane Ricci che arrivano le note migliori. La Cmc resta sempre avanti, anche senza mai staccare, ed alla fine riesce a tenere aperto il match.

Il quarto set è il più combattuto: la Stella Rossa va avanti (11-8), Ravenna però reagisce e con un break di 11-5 ribalta set e partita trascinata ancora da Cebulj e Ricci.

Si va quindi al tie-break, con serbi avanti 5-3 ma Cmc che sorpassa sull’8-10 e conquista due match-ball. I padroni di casa annullano il primo poi c’è un punto contestato (doppio) che gli arbitri non fischiano e finisce così con il break di 5-1 per la Stella Rossa.

La dichiarazione del direttore generale della Cmc, Beppe Cormio: “Primo e secondo set sono stati molto negativi da parte nostra, in pratica abbiamo iniziato a giocare dal terzo pur se nel secondo c’è stata la possibilità di portarsi sul 24-23. Il tie-break, poi, sarebbe finito 15-13 per noi se l’arbitro avesse fischiato un doppio molto netto. Ci siamo innervositi ed abbiamo perso, in ogni caso. anche vincendo 3-2 avremmo dovuto vincere 3-0 o 3-1 la gara di ritorno mercoledì prossimo al Palafiera. Un elogio particolare per Fabio Ricci, che ha giocato davvero una gara a dir poco eccellente“.

[dt_gap height=”32” /]

STELLA ROSSA-CMC 3-2 (25-18, 25-23, 22-25, 17-25, 17-15)

Stella Rossa: Koprivica 20, Okolic 9, Buculevic 4, Stoilovic 21, Milutinovic 9, Gmitrovic 23, Jevtic (L), Stefanovic, Kecman, Blagojevic 1. All. Kobiljski.

CMC Ravenna: Cebulj 24, Ricci 19, Renan 5, Koumentakis 10, Mengozzi 7, Cavanna 1, Bari (L), Goi (L), Jeliazkov 5, Zappoli, Gabriele, McKibbin 2. All. Kantor.

Note: Durata set: 24′, 29′, 27′, 24′, 20′, totale 124′. Stella Rossa: battute sbagliate 19, vincenti 6,. muri 13. Ravenna: battute sbagliate 14, vincenti 6, muri 16.

Scarica le statistiche: Stella Rossa – CMC Ravenna

[dt_gap height=”32″ /]

Guarda la photogallery

[flickr_set id=”72157650712642377″]