La Cmc gioca alla pari con la capolista Modena ma infine cede 1-3

La Cmc gioca alla pari con la capolista Modena ma infine cede 1-3

Modena celebra il nuovo sponsor Parmareggio con una vittoria (3-1) che le consente di tornare in vetta alla classifica ma anche la Cmc esce a testa alta dal Pala Panini perché dopo aver dominato il primo set gioca alla pari con la capolista anche i due parziali successivi, cedendo soltanto alla distanza. Dopo Perugia, la Cmc conferma di essere in netta ripresa e la cosa può confortare l’ambiente in vista della doppia sfida di Challenge Cup ma anche delle due gare casalinghe consecutive di Superlega con Padova e Verona. Strepitosa partita di un Koumentakis in nettissima crescita ma complessivamente bene tutta la squadra di Kantor, salvo qualche errore di troppo da parte di Renan.
Cronaca: l’avvio della Cmc, che parte con Ricci (subito in palla) per l’infortunato Cester, è fulminante: Cavanna in battuta e i muri giallorossi propiziano un immediato 0-5 e poi si va 3-9 con Cebulj in evidenza. Ravenna insiste e piazza un nuovo mini-break (5-14) grazie ai muri di Renan e poi va a chiudere in scioltezza e disinvoltura il primo set. La reazione di Modena si concretizza già all’inizio del secondo parziale soprattutto sull’asse Bruno-Kovacevic (6-2) ma poi un eccellente Koumentakis e Renan riportano sotto Ravenna (9-8) che arriva a pareggiare con Cebulj a quota 14 e sorpassa sull’errore di Kovacevic. Controsorpasso con due ace di Vettori (20-18), fino a quel momento in ombra e poi la battuta vincente di Verhees chiude in pratica i conti anche se Modena deve ricorrere al terzo set-ball ed a Kovacevic per raggiungere la parità nel conto dei set. Jeliazkov avvicenda Renan ma è Modena a scattare meglio (8-5) nel terzo parziale. Ora la ricezione di casa funziona e Bruninho può giostrare al meglio i suoi centrali, così la Parmareggio può condurre sempre con un discreto margine (17-13) per andare a chiudere nuovamente alla terza opportunità con Petric. Modena spinge sull’acceleratore all’inizio del quarto set (5-1) e allunga in progressione anche perché la Cmc cala di tono per la prima volta in tutta la partita e Renan con alcuni errori conferma di non essere affatto in serata.

Soddisfatto, comunque, coach Waldo Kantor: “Sono certamente contento della prova della squadra, peccato che non abbiamo mosso la classifica ancora una volta giocando bene contro una grande del campionato“.
Ora l’attenzione della Cmc è tutta rivolta alla Challenge Cup ed alla trasferta in programma mercoledì prossimo sul campo della Stella Rossa Belgrado per l’andata dei quarti di finale. La squadra partirà martedì prossimo alla volta della Serbia.